Cosa vuol dire “overbooking”?

Cosa vuol dire overbooking?

Overbooking è un termine inglese molto utilizzato per indicare la situazione in cui al passeggero viene negato l’imbarco per il volo precedentemente acquistato. Inutile dire che la situazione rappresenta un momento di forte frustrazione per coloro che non possono usufruire del volo regolarmente acquistato. Il negato imbarco rappresenta uno degli imprevisti più temuti dai viaggiatori perché comporta di dover riprogrammare tutti i piani del proprio viaggio o addirittura dover rinunciare.

Foto di Jan Vašek da Pixabay

Perché avviene l’overbooking?

Moltissime compagnie aeree mettono in vendita un numero di biglietti superiore alle reali disponibilità di posti all’interno dell’aeromobile con la conseguenza che se tutti gli acquirenti si presentano al gate come prestabilito, sicuramente alcuni di loro incorreranno nella spiacevole situazione di vedersi negato l’imbarco.

Al netto di eventuali errori di calcolo fra biglietti venduti e posti disponibili, il passeggero in overbooking rappresenta il “default” di una specifica strategia di vendita. Ogni volo presenta una percentuale di rinuncia da parte dei passeggeri che viene costantemente stimata dalla compagnia aerea, motivo per cui i biglietti aerei venduti in eccesso consentono alle compagnie di compensare il tasso di rinuncia e massimizzare le vendite.

La stima effettuata grazie all’utilizzo di sofisticati algoritmi permette di non incorrere facilmente nell’overbooking seppur i biglietti venduti sono più alti dei posti disponibili.

Cosa fare per evitare il negato imbarco?

L’aspetto principale che incide sulla possibilità di incappare sull’overbooking è il momento in cui si effettua il check-in. Prima si effettua il check-in meglio è.
Questo significa che i viaggiatori che riescono ad effettuare il check-in il prima possibile, quali ad esempio i frequent flyer o i possessori delle carte fedeltà raramente si trovano in tale situazione.

Cosa fare in caso di negato imbarco?

La prima opzione è sicuramente quella di richiedere assistenza agli addetti al gate per valutare le opzioni migliori per salvaguardia dei vostri piani di viaggi. Ad esempio non è escluso che un gentile passeggero possa cedere il proprio posto. Inoltre, potrebbe essere utile utilizzare nell’immediato dei servizi di assistenza quali telefono, pasti, hotel ecc.. In generale, le strade da adottare per lo spiacevole inconveniente sono:

  • richiesta di rimborso del biglietto aereo;
  • richiesta di compensazione pecuniaria in base alla normativa vigente;
  • richiesta di imbarco nel primo volo utile

Le tre soluzioni vi permetteranno se non nell’immediato di ripartire per la vostra meta quanto meno di rimediare al danno subito, soprattutto dal punto di vista economico.

Leggi anche

Instagram

Più letti

Che emozioni vivere a Palermo in un giorno?

Che emozioni vivere a Palermo in un giorno? Durata: 8 ore Difficoltà: Media Percorso: 4 km Costo p.p.: Basso (25 euro) Come muoversi: a piedi Palermo, Panormus è la principale...

Come rilanciare un piccolo borgo?

Come rilanciare un piccolo borgo? I piccoli borghi italiani da decenni vivono il processo di spopolamento, soprattutto, a causa dell’espansione del lavoro nelle imprese del...

Qual è il momento migliore per acquistare un volo?

Qual è il momento migliore per acquistare un volo? Domanda frequentissima prima di acquistare un nuovo biglietto aereo, “qual è il momento migliore per prenotare...

Gambino Vini: chiacchierata con Andrea Trovato

Gambino Vini: chiacchierata con Andrea Trovato Etna, mare e vino, il team di prontiperpartire.it incontra Andrea Trovato, responsabile marketing di Gambino Vini azienda vitivinicola...

Un “certificato verde” può far ripartire il turismo?

Un "certificato verde" può far ripartire il turismo? Il settore del turismo è uno dei settori maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia da Covid-19. Il...